MANGIATOIA PER RICCI


Per somministrare il cibo ai ricci che girano nel nostro giardino è necessario allestire una mangiatoia di legno con una piccola apertura in modo da impedire l’accesso a cani, gatti e altri animali .

La via più comoda e veloce è quella di utilizzare una scatola di legno, tipo da 6 bottiglie di vino, alla quale si pratica un’apertura 10×10 cm nel lato più stretto come indicato nella foto.

Poi si posiziona la mangiatoia in una parte tranquilla del giardino, possibilmente sotto un cespuglio, in modo da permettere ai ricci di arrivarci agevolmente. E’ bene porre un telo di nylon antipioggia sulla parte superiore della mangiatoia e stabilizzarla mettendovi sopra dei mattoni, per evitare che cani e gatti la muovano o la capovolgano nel tentativo di raggiungere il cibo.

Il cibo, crocchette per gattini a base di pollo, va messo alla sera, in una ciotola, al fondo della mangiatoia, dalla parte opposta all’ingresso per impedire che i gatti possano raggiungerlo Nello stesso tempo va posizionato un sottovaso grande e basso, tipo quelli verdi, pieno di acqua fresca, di fianco alla mangiatoia. L’acqua è un elemento fondamentale per la sopravvivenza e i ricci spesso faticano a trovarla. Bisogna mettere una pietra all’interno del sottovaso per evitare che venga capovolto.

In alternativa alla scatola di legno si può utilizzare una scatola di plastica grande tipo quelle da cucina con il coperchio utilizzate per mettere gli asciugamani. Bisogna anche in questo caso praticare un buco di 10×10 cm nel lato più stretto.Per evitare che gatti piccoli entrino è necessario mettere un mattone all’interno della scatola di plastica, davanti all’ingresso, distanziato di 10 cm dall’apertura.

2 risposte a “MANGIATOIA PER RICCI”

  1. Ho sempre avuto molta ammirazione per il centro, in particolare dopo aver letto “25 gr. di felicità “. Credo di avere un riccio che passeggia tra il mio giardino e quello di mia figlia. Se possibile cercherò di mettere in pratica i preziosi consigli da voi dati sperando che non abbia già abbandonato il territorio. Grazie per il vostro operato.

  2. 11 agosto
    notte di stelle … pungenti! grazie al mio cane, sotto il divano del portico, ho trovato un riccio di 560 gr. – senza ferite. l’ho portato nel piccolo pollaio del giardino, tutta felice del mio ospite quando vedo nuotare qualcosa in piscina: forse un ormai raro pipistrello? la mia gatta lo sta sorvegliando dal bordo, ma l’animaletto è un pò troppo grosso per essere un pipistrello… lo pesco, ed è un altro riccetto, più piccolo – 205 gr. – bagnato ma senza ferite. Asciugato e pesato lo porto in compagnia dell’altro riccio, ed ora stanno pasteggiando a base di crocchette e albicocca, mentre a sorvegliarli è rimasta la mia anziana gallina! Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *